clicca

 

cerca tra le news

   Ciao Anonimo Home  ·  Registrati  ·  Area Personale   ·  Forum ·  Newsletter  
 
 

 
 

 
 
 
 

Newsletter

Vuoi essere informato sulle nostre news?

Inserisci la tua email, riceverai non più di una newsletter a settimana

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l''iscrizione

 
Articoli Normative: APPALTI PUBBLICI : IN VIGORE LA LEGGE N. 166/2009. Le novita' sugli appalti di lavori e servizi.
04/12/2009

E' stata definitivamente approvata la conversione in legge del d.l. n. 135, noto per aver modificato la disciplina che regola le situazioni di controllo tra le imprese partecipanti alle gare e per aver parzialmente riformato il settore dei servizi pubblici locali.


Riportiamo, di seguito, le principali novita' contenute nella legge 20 novembre 2009, n. 166 (legge di conversione del dl. n.135 pubblicata sulla G.U. n. 274 del 24 novembre u.s.).




Situazioni di controllo:


La nuova disciplina, applicabile ai bandi pubblicati dopo l`entrata in vigore del decreto legge (26 settembre 2009), prevede che i concorrenti presentino in sede di gara una delle due seguenti dichiarazioni:


- dichiarazione di non trovarsi in una situazione di controllo ai sensi dell`art. 2359 c.c. con alcuno dei partecipanti alla gara;


- dichiarazione di trovarsi in una situazione di controllo ai sensi dell`art. 2359 c.c. e di avere formulato la propria offerta autonomamente, con l`indicazione del concorrente con cui sussiste la situazione di controllo. 



Quest'ultima dichiarazione dovra' essere integrata, in busta chiusa, da documenti utili a dimostrare che la situazione di controllo non abbia influito sulla formulazione dell`offerta. La stazione appaltante esclude, dopo l`apertura delle buste contenenti l`offerta economica, i concorrenti le cui offerte risultino imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi.





Servizi pubblici locali:


Si prevede la possibilita' di affidamento diretto a societa' miste, a condizione che sia prevista una partecipazione del socio privato non inferiore al 40 e che tale socio sia selezionato attraverso una procedura ad evidenza pubblica.



L'affidamento in house (societa' a capitale interamente pubblico in cui l`ente locale eserciti sul soggetto affidatario un ``controllo analogo`` a quello esercitato sui propri servizi interni) e' limitato a situazioni eccezionali, ove, per particolari caratteristiche economiche, sociali, ambientali e geomorfologiche del contesto ambientale, non sia possibile il ricorso al mercato. 



La scelta dovra' essere motivata, avere adeguata pubblicita' ed e' richiesto un parere preventivo dell'Autorita' garante della concorrenza e del mercato. Le societa' che gestiscono servizi locali non possono comunque Particolari disposizioni sono contenute nella legge per la gestione del regime transitorio acquisire la gestione di servizi ulteriori o in ambiti territoriali diversi, ne` svolgere servizi per altri enti pubblici o privati, ne` direttamente, ne` indirettamente, ne` partecipando a gare.

 

Fonte: Aniem.it

 


 
 
 
Privacy Policy

 

Aedilweb.it - edilizia in rete
email: info@aedilweb.it
tel. 0923.944325
© 2001-2016 Aedilweb.it - Tutti i diritti riservati.
P.iva: 02621160817

Aedilweb.it, non si ritiene responsabile dei siti collegati ad aedilweb attraverso i propri links o banner, ne' delle informazioni contenute negli annunci pubblicitari sia gratuiti che a pagamento presenti nel proprio sito, inseriti o commissionati dagli utenti, ne' di informazioni commerciali o pubblicitarie, di societa' o ditte esterne, da noi inviate tramite email agli iscritti della nostra news letter.