clicca
cerca tra le news

   Ciao Anonimo Home  ·  Registrati  ·  Area Personale   ·  Forum ·  Newsletter  
 
 

 
 

 
 
 
 

Newsletter

Vuoi essere informato sulle nostre news?

Inserisci la tua email, riceverai non più di una newsletter a settimana

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l''iscrizione

 
Guide: LINEE GUIDA PER LA CLASSIFICAZIONE SISMICA DEGLI EDIFICI, A BREVE IL PARERE DEL CONSIGLIO SUPERIORE DEI LAVORI PUBBLICI.
22/02/2017

Con molta probabilità il prossimo 20 Febbraio il Consiglio Superiore dei Lavori pubblici darà il suo parere sulle Linee Guida per la classificazione sismica degli edifici.

Il Sottosegretario del Ministero delle Infrastrutture, Umberto Del Basso De Caro, ha riferito, infatti, che per quella data vi sarà una assemblea generale straordinaria del Consiglio Superiore dei lavori pubblici al fine di formulare un parere sul documento delle linee guida, sul rischio sismico che è stato appena acquisito.

Il Sottosegretario ha informato che il Ministero delle Infrastrutture ottempererà in maniera celere al fine di portare a termine tutte le tappe necessarie nel rispetto della tempistica prevista.

Licenziare il documento con urgenza è importante poiche'; gli incentivi previsti per l’adeguamento sismico sono subordinati all’approvazione del testo delle linee guida ma anche alle modalità di attestazione da parte di professionisti abilitati e all’operatività degli interventi effettuati.

Il testo, quindi, è di vitale imporatanza per l’avvio degli incentivi del Sismabonus, poiche'; permette di valutare i miglioramenti ottemperati con gli interventi e avere quindi, per chi investe, più alte erogazioni finanziarie

Il testo delle linee guida vanno a completare, infatti, il Sisma bonus ovvero il sistema degli incentivi economici che viene riconosciuto a chi avvia miglioramenti sugli interventi per il miglioramento simico degli immobili.

Si ricorda, tra l’altro, che sulle misure per l’emergenza sismica (articolo 51 della Legge di Bilancio ) vanno ad incidere sulla ricostruzione privata e pubblica, il Governo è andato a destinare complessivamente, a coprire il credito di imposta privata per la ricostruzione, 100 milioni di euro per il 2017 e la concessione di contributi per la ricostruzione di edifici pubblici, servizi pubblici per il patrimonio artistico e culturale 200 milioni di euro per il 2017.

Tali finanziamenti si vanno a sommare agli spazi finanziari concessi agli enti locali (700 milioni di cui 300 sono erogati per l’edilizia scolastica)

.Inoltre, l’articolo 2 della Legge di Bilancio (Sisma bonus) prevede che per gli interventi realizzati dal 1° gennaio 2017 fino al 31 dicembre 2021 sugli edifici situati nelle zone sismiche 1, 2 e 3 viene riconosciuta una detrazione fiscale del 50%, con tetto di spesa incentivabile a 96mila euro e rimborso in cinque anni.

Altresì, per i lavori che comportano un miglioramento di una o due classi di rischio, viene previsto un bonus dal 70% all’80%delle spese sostenute che rientrano nelle spese incentivabili anche quelle per la classificazione e la verifica sismica.

Fonte: aniem.it

Per visionare l'articolo originario cliccare qui.

 


 
 
 
Privacy Policy

 

Aedilweb.it - edilizia in rete
email: info@aedilweb.it
tel. 0923.944325
© 2001-2016 Aedilweb.it - Tutti i diritti riservati.
P.iva: 02621160817

Aedilweb.it, non si ritiene responsabile dei siti collegati ad aedilweb attraverso i propri links o banner, ne' delle informazioni contenute negli annunci pubblicitari sia gratuiti che a pagamento presenti nel proprio sito, inseriti o commissionati dagli utenti, ne' di informazioni commerciali o pubblicitarie, di societa' o ditte esterne, da noi inviate tramite email agli iscritti della nostra news letter.